(Welfare) La frammentazione delle risorse del welfare italiano

 

Il sistema di welfare italiano, come descritto nelle analisi condotte negli scorsi anni da IRS e CAPP, è caratterizzato da forte frammentarietà e dalla prevalenza nell’utilizzo dei trasferimenti monetari rispetto al totale delle risorse impiegate. L’analisi IRS-CAPP del 2013 stimava che le risorse impiegate per l’assistenza fossero pari a circa 67 miliardi di euro.

Il presente contributo, collocandosi all’interno di tale filone di analisi, cerca di ricostruire un primo quadro delle risorse effettivamente stanziate dalla legge di bilancio, adottando la medesima classificazione di spesa utilizzata nelle analisi sopra menzionate e distinguendo, pertanto, fra i tre principali sottoinsiemi in cui possono essere suddivise le risorse per l’assistenza: politiche a sostegno delle responsabilità familiari, politiche a contrasto della povertà e politiche a sostegno della non autosufficienza e della disabilità. La spesa che si rileverà è una parte – ancorchè rilevante e non stimata, ma effettivamente stanziata – di quanto ottenuto nei lavori di IRS-CAPP, le cui analisi riguardavano un aggregato più ampio.

Per ciascun sottoinsieme si cercheranno di esaminare le risorse erogate complessivamente, considerando i trasferimenti monetari e i fondi nazionali di ambito sociale (per la cui analisi di dettaglio si rinvia a Bertoni, “I fondi sociali nella legge di bilancio 2018. Verso la costruzione di un sistema dei servizi alla persona?”), allargando inoltre l’analisi alle spese fiscali o tax expenditures, definite dall’OCSE come misure che riducono o pospongono il gettito per uno specifico gruppo di contribuenti o un’attività economica rispetto ad una regola di riferimento, che rappresenta il benchmark. L’analisi di seguito si basa sulle informazioni contenute nella legge di bilancio e nei relativi allegati. In particolare, oltre ai bilanci dei ministeri e alle note integrative dei medesimi, per le tax expenditures si è fatto riferimento al Rapporto annuale sulle spese fiscali 2017, redatto dalla Commissione per le spese fiscali, che contiene l’elenco di tutte le forme di esenzione, esclusione, riduzione dell’imponibile o dell’importo ovvero regime di favore, derivante da disposizioni normative

Sostegno delle responsabilità familiari

Le risorse erogate sotto forma di trasferimenti monetari a sostegno delle responsabilità familiari nel 2018 ammontano complessivamente a 5.032,5 milioni di euro, allocati per la maggior parte all’interno del MLPS (5.005,5 milioni di euro) e per una piccola parte (27 milioni di euro) nell’ambito del bilancio del MEF (tabella 1). Sul totale del 2018, quasi 2,5 miliardi di euro sono riferiti a “Somma da erogare per la copertura di oneri relativi alla famiglia”, ovvero: oneri relativi a trattamenti di famiglia (assegni al nucleo familiare e assegni familiari), sostegno alla maternità e paternità, assistenza familiari persone con handicap; poco più di un miliardo di euro è invece stanziato per il “Bonus bebè” e 625 milioni di euro per gli assegni di maternità. Nell’area delle responsabilità familiari, le risorse complessivamente impiegate sotto forma di tax expenditures ammontano a 2.405 milioni (tabella 2); di queste, 1.801,5 milioni di euro sono impiegati per l’esclusione dalla base imponibile degli assegni familiari e dell’assegno per il nucleo familiare. Le risorse sono stimate costanti nel corso del triennio, sulla base dell’ipotesi che il trattamento fiscale rimanga costante nel tempo.

Le risorse stanziate a favore delle responsabilità familiari sono erogate anche all’interno dei fondi sociali. La tabella di seguito riassume le risorse stanziate nei fondi del MLPS, del MEF e del MIUR (queste ultime, finalizzate all’integrazione tra istruzione e politiche sociali) per questa area di bisogno. Complessivamente, le risorse stanziate nei tre ministeri ammontano, nel 2018, a 380,8 milioni di euro; nel corso del triennio si evidenzia un calo del 9,2%. Le risorse all’interno del bilancio del MLPS nel 2018 sono pari a 28,3 milioni di euro; quelle all’interno del bilancio del MEF a 191,4 milioni di euro. All’interno del bilancio del MIUR, infine, le risorse erogate nel 2018 sono pari a 161,1 milioni di euro. Di questi, 103 milioni sono erogati per la gratuità dei libri di testo degli alunni che adempiono l’obbligo scolastico e 33,4 milioni nell’ambito del fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio.

Sostegno della non autosufficienza e della disabilità

Le risorse erogate sotto forma di trasferimenti monetari a sostegno della non autosufficienza e disabilità nel 2018 ammontano complessivamente a poco meno di 19 miliardi di euro (tabella 4), quasi tutte costituite da un trasferimento all’INPS per le prestazioni socio-assistenziali riferite all’invalidità civile come, ad esempio, l’indennità di accompagnamento. Nel triennio le risorse evidenziano un aumento del 5,8%. Le spese fiscali nell’area del sostegno della non autosufficienza e disabilità ammontano complessivamente a 418,6 milioni (tabella 5); di queste, 286,9 milioni di euro sono impiegati per le detrazioni per spese relative a premi assicurativi per morte, invalidità permanente e non autosufficienza; 65,9 milioni per detrazioni per spese relative a mezzi per agevolare l’autosufficienza delle persone disabili; 45,1 milioni per detrazioni per addetti all’assistenza personale per il compimento degli atti della vita quotidiana.

Infine, i fondi dedicati nell’ambito del MLPS a sostegno della non autosufficienza e della disabilità ammontano nel 2018 complessivamente a 521,1 milioni di euro (tabella 6). Sul totale, 450 milioni sono attribuiti al Fondo per le non autosufficienze ed il resto al fondo per il sostegno al caregiver e al “Dopo di noi”. Nel corso del triennio 2018-2020 le risorse mostrano un lieve aumento (+1%).

 

Per le tabelle dettagliate, vi rimandiamo a questo LINK

in collaborazione con

Membri dell'associazione

  • Sergio Sgubin
    Presidente Nazionale ANSDIPP
  • Fabrizio Cavanna
    Vicepresidente Nazionale ANSDIPP
  • Antonio Sebastiano
    Membro Comitato di Supporto Tecnico Scientifico Ansdipp