(Tecnologia e Sanità) Epilessia, Fda approva smart watch che rileva comparsa di crisi e invia alert

 

Basandosi sulla registrazione dell'attività elettrica a livello della cute, riconosce la comparsa di crisi convulsive nei pazienti con epilessia. È su questo meccanismo che si basa un nuovo 'smart watch' (Embrace, Empatica Inc) indossabile al polso di cui la Food and drug administration (FDA) statunitense ha autorizzato la commercializzazione per il monitoraggio delle crisi comiziali e la gestione dell'epilessia (l'apparecchio è stato approvato anche in Europa, nell'aprile del 2017). In particolare, il dispositivo utilizza un algoritmo avanzato di apprendimento automatico per identificare gli attacchi convulsivi e invia un avviso ai caregiver tramite SMS e messaggi telefonici.

Lo strumento è stato testato in uno studio clinico condotto su 135 pazienti affetti da epilessia i quali sono stati ricoverati in un'unità di monitoraggio continuo con videoelettroencefalografia mentre indossavano contemporaneamente il dispositivo. I ricercatori hanno raccolto 6.530 ore di dati nell'arco di 272 giorni, includendo 40 crisi tonico-cloniche generalizzate. L'algoritmo dello smart watch ha rilevato il 100% delle crisi, confermate da epilettologi indipendenti. Il dispositivo registra i dati relativi a condizioni di sonno, riposo e attività fisica. La proprietà unica dello strumento è l'uso dell'attività elettrodermica (Eda), un segnale utilizzato dai ricercatori nell'ambito dello stress per quantificare i cambiamenti fisiologici legati all'attività del sistema nervoso simpatico, noti anche come risposta "lotta o fuggi" (flight or fight). Le convulsioni tonico-cloniche generalizzate provocano una perdita di coscienza e possono lasciare la persona in uno stato di confusione per qualche tempo, successivamente.

Tradizionalmente, le sperimentazioni cliniche hanno dovuto fare affidamento sui pazienti per auto-riportare in un diario quando si verificasse un attacco, un procedimento noto per essere inaccurato. In effetti, oltre il 40% delle convulsioni tonico-cloniche generalizzate più pericolose non vengono segnalate, ma l'elevata sensibilità dello smart watch rende più facile e accurata la segnalazione delle crisi oltre a permettere di avvisare subito chi di dovere. «L'approvazione da parte della FDA di questo dispositivo per rilevare i principali attacchi convulsivi rappresenta una pietra miliare nella cura dei pazienti con epilessia» ha commentato Orrin Devinsky, direttore del Comprehensive Epilepsy Center al NYU Langone di New York. Più di 3,000 americani muoiono tragicamente ogni anno di morte improvvisa inattesa nell'epilessia (Sudep) e questo device offre la possibilità di lanciare un allarme ai membri della famiglia e a coloro che si prendono cura del pazienti qualora sia in corso un attacco tonico-clonico, ha sottolineato. «Le evidenze scientifiche supportano con forza il fatto che rivolgere una pronta attenzione a queste crisi convulsive durante il loro stesso svolgimento o poco dopo che abbiano avuto luogo può essere in molti casi un intervento salvavita», ha aggiunto Devinsky.

FONTE: Doctor33.it

in collaborazione con

Membri dell'associazione

  • Sergio Sgubin
    Presidente Nazionale ANSDIPP
  • Fabrizio Cavanna
    Vicepresidente Nazionale ANSDIPP
  • Antonio Sebastiano
    Membro Comitato di Supporto Tecnico Scientifico Ansdipp