Ripartono le attività di Ansdipp - Nota del Presidente

Cari Colleghi 

in questa delicata fase scandita da tematiche epidemiche note, Ansdipp chiama a raccolta le altre Associazioni al fine di rinnovare una azione comune a livello nazionale, per essere presenti ai nuovi tavoli ministeriali sulla riforma del mondo sanitario e socio sanitario, in particolare nel settore geriatrico. Evidentemente al di là delle contingenze, della brutta esperienza della scorsa primavera, delle incertezze ancora purtroppo presenti oggi, noi di Ansdipp, da tempo, abbiamo esternato, nei diversi convegni e momenti formativi dedicati, la necessità di una "rivisitazione" dei servizi e delle attività socio sanitarie. Lo abbiamo fatto portando esempi di buone prassi, di modelli di organizzazione basati su competenze culturali e professionali adeguate, cercando di "contaminare" il mondo, variegato, dei servizi alla persona. 

L'avvento del Covid ha solo "accellerato" necessità pregresse e conosciute, tanto che ci eravamo posti importanti obiettivi progettuali, finalizzati alla messa in campo di modelli nuovi, di strategie di rete...putroppo il tempo si è fermato sulle emergenze e ora siamo qua a parlare delle stesse cose ma su un piano diverso. Nell'opinione pubblica e soprattutto nelle evidenze politiche, sembra emergere un quadro desolante della realtà delle Strutture Socio Sanitarie, in particolare delle RSA e dei servizi correlati. Una fotografia che noi NON accettiamo. Vi sono stati errori, impreparazioni, responsabilità...MA in moltissime Strutture la qualità di gestione è rimasta tale anche nell'emergenza. Vi sono eccellenze diffuse nel nostro mondo, servizi all'avanguardia, grandi professionalità. Non si può liquidare un mondo in modo così' superficiale e sommario. 

Cercheremo di essere presenti in ogni tavolo possibile, con i Colleghi delle altre Associazioni datoriali per dare la nostra visione oggettiva delle diverse realtà, forti dell'esperienza sul campo e della giusta preparazione culturale e professionale. 

Stiamo anche facendo ripartire la macchina dei progetti e delle attività, interrotte in precedenza, perchè riteniamo si DEBBA pensare ad un ritorno della "normalità". Non è possibile pensare che una situazione di emergenza possa durare "per sempre" . Occorre trovare forza ed energia per ripartire, per ritrovarsi e per portare avanti messaggi importanti e testimonianze, per il bene dei nostri servizi, il nostro e per il bene di tutti. Abbiamo bisogno di "ritrovarci" , in ogni caso, è fondamentale. Proprio per questo abbiamo preventivato la ripartenza con OFFICINA  che si svolgerà a Roma il 29 e il 30 ottobre ( evento riservato)  e a seguire saremo presenti al Forum della non autosufficienza a Bologna, previsto per giovedi 26 Novembre .

Inoltre, abbiamo riattivato la programmazione, aggiornata, del Corso di alta formazione in collaborazioni con il CERGAS dell'Università Bocconi di Milano, con una nuova calendarizzazione. Insomma, ci siamo e vogliamo riprendere le attività. Pensiamo anche a momenti di work/convegni e attività formative, con  nuove collaborazioni., 

Abbiamo bisogno del sostegno di tutti i Colleghi, che invito a rinnovare l'iscrizione all'Associazione, così come per i nostri partners che ci seguono da anni. 

Guardiamo oltre, per esserci e per credere ancora che possiamo continuare un percorso che ci ha portato fino a qui e che può solo continuare e migliorare.

Grazie e buon lavoro a tutti, arrivederci a presto. 

 

Sergio Sgubin

Presidente nazionale Ansdipp

in collaborazione con