Newsletter ANSDIPP Gennaio 2020

Newsletter ANSDIPP Gennaio 2020

 

La terza edizione di OfficinAnsdipp. “Dopo Matera: cultura innovativa e managerialità etica: visioni, strategie e prospettive”
Si è conclusa la terza edizione di OfficinAnsdipp. A dare il benvenuto a questo nuovo incontro volto a tracciare le linee guida per il nuovo anno di attività appena iniziato, il Presidente Sergio Sgubin che ha delineato un bilancio del “dopo Matera”. «Ci troviamo a vivere ancora degli effetti benefici e positivi ottenuti in seguito al Convegno di Matera. Come certo saprete Matera è stata una scelta ricca di valore simbolico: Capitale della Cultura 2019, rappresentava un buon auspicio per illuminare le nostre menti, contribuendo a generare nuova linfa e donando grande vitalità per affrontare il 2020 ricco di sfide e di futuri traguardi da raggiungere. Il Convegno internazionale ospitato in Basilicata – ha spiegato il Presidente - è stato proprio un importante momento d’incontro e di confronto tra i massimi esperti del settore, ricco di stimoli e di spunti per avviare quello che sarà un nuovo anno certo impegnativo, ma noi siamo pronti ad affrontare con impegno, professionalità, dedizione e senso di squadra le prossime sfide future».

L’obiettivo di Ansdipp era di favorire un’importante occasione capace di valorizzare le buone prassi, in maniera tale da avviare una riflessione interna sull'importanza della cultura manageriale e della qualità dell’offerta. E l’obiettivo è stato raggiunto. «È stato un anno intenso e ricco di nuovi traguardi raggiunti – ha spiegato Sgubin durante OfficinAnsdipp – che non rappresentano la fine di un lavoro, ma l’inizio verso nuove sfide da vincere. Perché il nostro sguardo è già rivolto al futuro: puntiamo a comprendere quale sia il modo migliore per creare un perfetto equilibrio tra innovazione e rispetto della persona, tenendo conto dei delicati aspetti che contraddistinguono la relazione umana ed emotiva, specie per la cura e assistenza a soggetti fragili e non autosufficienti. Siamo forti della nostra professionalità, umanità, conoscenza. Siamo forti del fatto che l’attività di Ansdipp copre tutto il territorio nazionale ed è ramificata nel tessuto nazionale, regionale ed europeo, presente e rappresentata attraverso i nostri manager esperti, responsabili e di alto livello. Abbiamo lavorato e continueremo a farlo per ribadire con forza che, per noi, sono fondamentali l'umanizzazione dei servizi, le nuove tecnologie, le buone prassi, la cultura del far bene e della gestione del personale». 

Infine il presidente, dando il via ai lavori, ha lanciato un monito ed un augurio: «Iniziamo il 2020 con una consapevolezza: siamo consapevoli che il nostro è un ruolo fondamentale e determinante per la qualità e il benessere degli assistiti, che non può essere relegato ad un mero ruolo direttivo
ed esecutivo, ma deve essere manageriale e propositivo. Ci candidiamo a essere un solido punto di riferimento nazionale nel mondo dei Servizi alla persona, in un contesto di grande trasformazione e di difficili sfide. Dobbiamo continuare a crederci, a impegnarci, diffondendo dentro e fuori dalle nostre realtà la cultura della managerialità etica e della professionalità, consapevoli che possiamo essere considerati gli esperti nel nostro mondo, e, quindi, possiamo fare ed essere la differenza qualitativa».

Ecco quanto presentato durante OfficinAnsdipp a Roma:

- Presentazione della partnership tra ANSDIPP e Residenze Sanitarie a cura di Massimiliano Gemma, Responsabile EDISEF della rivista. Il bimestrale di Edisef è rivolto alle case di cura, case di riposo e RSA, resa possibile grazie all’accordo con il nostro ufficio di comunicazione affidato a Feelmaker&Partner, un team di professionisti esperti in comunicazione sociosanitaria. La rivista Residenze Sanitarie è pensata per offrire al personale operante in queste strutture (infermieri, medici, fisioterapisti e amministratori) un valido aggiornamento professionale su temi legati all’ottimizzazione del lavoro, all’alimentazione, alla fisioterapia e alla riabilitazione oltre a informare sulle principali scoperte del settore, sui più recenti sistemi gestionali e sulle ultime novità su strumenti e attrezzature. Nel prossimo numero sarà spedita una lettera logata ANSDIPP e firmata da me in cui indichiamo quali sono le linee guida per il 2020.

- Giampaolo De Marchi, dipartimento Comunicazione e Mkt di Design2Taste ha presentato l’attività professionale di comunicazione interna ed esterna, ufficio stampa e social media manager realizzata per l’Associazione. Obiettivi dare valore al brand Ansdipp a livello delle singole regioni e nazionale, accreditando sempre di più l’Associazione come referente qualificato per i media per discutere e avviare il dialogo in materia socio sanitaria e di servizi assistenziali.

- La dottoressa Elisabetta Notarnicola, Associate Professor of Practice CERGAS SDA Bocconi School of Management, ha presentato il percorso di alta formazione realizzato da SDA Bocconi per Ansdipp: “Il futuro del settore dei servizi alla persona: competenze manageriali e sviluppo professionale”.

- Il Dottor Lorenzo Radice, Responsabile dell’Unità Innovativa strategica della Fondazione Istituto Sacra Famiglia ONLUS di Cesano Boscone (Milano) si è presentato in quanto nuovo membro del Comitato Tecnico Scientifico. Il Dottor Radice ha sottolineato nella sua relazione l’importanza di comprendere e capire le domande degli utenti, cercando di rispondere non soltanto con strumenti standard, ma soprattutto attivando e mettendo in atto servizi personalizzati a seconda della persona e del caso che ci troviamo ad affrontare. La cura socio sanitaria, diretta ai servizi alla persona, deve accompagnare nel migliore dei modi la vita della persona fino alla fine. L’obiettivo è di garantire la qualità della vita anche nella parte finale di ciascun individuo.

Al termine della due giorni di OfficinAnsdipp si è svolto il Direttivo nazionale durante il quale è stato presentato il progetto: Un libro per Matera 2019, Ansdipp tra cultura e servizi di cura. Racconti, progetti ed esperienza (Editrice Dapero).

Il corso “Il futuro del settore dei servizi alla persona: competenze manageriali e sviluppo professionale” è una realtà.
Durante OfficinAnsdipp è stato presentato il nuovo corso realizzato da SDA Bocconi per Ansdipp. Alla dottoressa Elisabetta Notarnicola, Associate Professor of Practice CERGAS SDA Bocconi School of Management, il compito di presentare il progetto che sarà avviato a marzo 2020 sottolineando i punti principali che hanno portato all’attivazione di questo importante processo formativo:

1 – È necessario creare una formazione ad hoc per migliorare la qualità dei servizi alla persona. Il settore pone continuamente nuove sfide ed è fondamentale essere in grado e pronti per affrontarle. Il corso ha l’obiettivo di contribuire a fornire gli strumenti per mettere a terra problemi e superare le sfide.
2 – Chi lavora nel settore socio sanitario dei servizi alla persona anziana e ai disabili, oggi necessita di linee guida per lavorare al meglio, con un’apertura manageriale e un bagaglio di conoscenze in continua evoluzione: perché è sempre più necessario definire quali siano le competenze manageriali caratterizzanti il settore. È fondamentale creare un corpus professionale riconosciuto e riconoscibile.

Il corso è suddiviso in moduli:
Modulo 1
Inizio 26 - 28 marzo 2020 - 2,5 giorni.
Modulo 2
7 e 8 maggio 2020 - 2 giorni.
Modulo 3
4 - 5 giugno e 17 – 18 settembre 2010.
Modulo 4
8 - 9 ottobre 2020.

Il 16 gennaio convegno a “Il Palio” a Legnano
Giovedì 16 gennaio 2020, alle ore 9.15 – RSA “Il Palio” a Legnano (Via Papa Pio XI, 14 Milano) si svolgerà il convegno “Le interdizioni e le amministrazioni di sostegno: strumenti a tutela dei soggetti deboli”. Il programma è disponibile nel sito Ansdipp. Il convegno, al quale parteciperanno i massimi esperti del settore, è stato realizzato con la collaborazione di Ansdipp, School of Management Università Lum Jean Monnet, OMCeO Milano, IRSEU, Ghilotti-Delfo, iSenor.
Info: https://www.ansdipp.it/sites/default/files/allegatiConvegni/programma_16gen.pdf

Al via le iscrizioni ad ANSDIPP per il 2020
Dal 20 gennaio 2020 sarà possibile associarsi ad Ansdipp per l’anno 2020.
Entrare a far parte di Ansdipp significa far parte di un progetto condiviso, essere aperti al dialogo e al confronto per crescere ed essere sempre informati su workshop, corsi di alta formazione e master. Inoltre è possibile entrare in relazione con operatori e addetti ai lavori del settore. Ansdipp organizza i convegni regionali (Ansdipp in tour), una convention annuale e importanti eventi per mantenere sempre una finestra aperta sul mondo dei servizi alla persona. Aderire ad Ansdipp significa aderire ad una rete sinergica e collaborativa tra professionisti che analizzando la realtà si proiettano professionalmente verso il futuro.

Per informazioni: https://www.ansdipp.it/associarsi-2019

in collaborazione con