Comunicazioni Generali

(Lavoro e Sanità) Ore di permesso per assistere i parenti disabili. Nursind: “Al tavolo Aran negato diritto previsto per tutti gli altri lavoratori”

 

Negata al personale del comparto sanità la fruizione ad ore delle 18 ore di permesso di cui all’art. 33, comma 3 della legge 104/92, nota come legge sull’handicap. A lanciare l’allarme è il Nursind, che riprende una nota dell’Azienda ospedaliera universitaria San Luigi Gonzaga di Orbassano (TO) del 9 agosto 2018 a seguito di un chiarimento chiesto all’Aran, da cui arriva l’indicazione circa l’impossibilità di fruizione ad ore dei permessi per handicap, anche attraverso accordi aziendali, in quanto la mancata previsione contrattuale “non è dovuta ad un mero refuso, al contrario le...Leggi tutto

(Terzo Settore) Decreto correttivo del decreto impresa sociale

 

E’ il  decreto legislativo 20 luglio 2018, n. 95 “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, ai sensi dell’articolo 1, comma 7, della legge 6 giugno 2016, n. 106”  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del  10 agosto 2018, in vigore dall’11 agosto 2018.

Ringraziamo Uneba per aver riportato la notizia, di seguito vi lasciamo il LINK diretto per leggere tutto il decreto...Leggi tutto

(Curiosità) Identità di Genere. Istituito in Toscana Centro di coordinamento regionale. È il primo in Italia

 

Primato della Toscana sul fronte della disforia di genere. Con una Delibera della Giunta Regionale del 20 luglio scorso è stato istituto, per la prima volta sul territorio nazionale, un Centro di coordinamento Regionale per le problematiche relative all’Identità di Genere (Crig).
 
Il coordinamento complessivo del Crig è stato affidato alla Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi - Sod Medicina della Sessualità e Andrologia. È stato inoltre individuato all’interno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana Uo Urologia 2, il riferimento per il...Leggi tutto

(Flash News) Anche un ponte è welfare, come la sanità

 

Il disastro di Genova solleva inquietudini profonde, perché ripropone in chiave tragica interrogativi tanto essenziali quanto rimossi. Innanzitutto, ci ricorda che la nostra vita quotidiana “moderna” riposa su un vasto insieme di beni, servizi e attività economiche che nessuno, per quanto abbiente, può procurarsi con risorse proprie. È l’“economia fondamentale”: un patrimonio intrinsecamente collettivo, talmente importante da essere per lo più dato per scontato.

Utile a questo proposito citare il lavoro a cura di F. Barbera, J. Dagnes, A. Salento, F. Spina, Il capitale...Leggi tutto

(Curiosità) Cooperativa a mutualità prevalente: l'esenzione si regge sullo scopo

 

Lo svolgimento di un'attività produttiva che ha come obiettivo quello di offrire ai soci, attraverso la loro reciproca cooperazione, beni o servizi od occasioni di lavoro a condizioni più vantaggiose di quelle di mercato rappresenta l'essenza dello scopo mutualistico che appartiene a quella particolare categoria di società disciplinate dal codice civile nel libro V, titolo VI, del lavoro. Non è lo scopo di lucro, dunque, che contraddistingue le società cooperative, bensì è la realizzazione di un bene della vita unitamente al risparmio. Quindi, sebbene l'oggetto sociale di una...Leggi tutto

(Dalle regioni) Spese personale nel mirino, in Lombardia tagli ai contratti a termine

 

Contratti a termine disdettati per mancanza di soldi. È l'allarme che lancia Cisl in Lombardia dopo che l'azienda sanitaria della Valtellina - ospedali di Sondalo e Sondrio - non ha negato di dover interrompere al momento alcune collaborazioni soprattutto di infermieri. Tutto questo in un panorama sempre più precario, quello di aziende ospedaliere lombarde che per riuscire ad assumere devono tirare fuori i soldi nel modo più impensato come è avvenuto qualche giorno fa dopo l'accordo Regione-Sindacati per destinare parte delle risorse aggiuntive (Rar) dei dipendenti a 200 nuove...Leggi tutto

(Flash News) Dai vaccini alla Legge Bilancio fino alla governance del farmaco. Ecco il menù che attende la sanità al rientro dalle vacanze

 

Vaccini, Legge di Bilancio, revisione criteri riparto Fondo sanitario, Ddl Antiviolenza, specializzazioni mediche, nuove misure per le nomine dei manager, riforma di farmacie-parafarmacie, nuovo Dg Aifa e governance farmaco, riforme Iss e Agenas, Piano Liste d’attesa, querelle commissari-presidenti, edilizia sanitaria, trasparenza su Lea, Piani di rientro e agende Ministro e sottosegretari. Non c’è che dire, il menù annunciato e promesso dal Ministro della Salute, Giulia Grillo e dalla maggioranza di Governo in questi 70 giorni è cospicuo e suscita come già avuto modo di dire...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Il decreto dignità è legge: analisi delle misure fiscali

 

È stato definitivamente approvato il Dl 87/2018 (“Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”), che contiene misure per il contrasto al precariato, alla delocalizzazione e alla ludopatia, nonché misure in materia di semplificazione fiscale.
Nel corso dell’iter di conversione in legge, il testo del decreto, oltre alla conferma di numerose disposizioni, ha subito diverse e significative modifiche.
 
A seguire, ricapitoliamo i principali interventi in ambito tributario.
 

  • Iper ammortamento

Il...Leggi tutto

(Flash News) Quale sviluppo per l’infermieristica?

 

il tema delle competenze e dei ruoli in sanità è stato, è e sarà cruciale per l’assetto del sistema sanitario. Dal 2014 ne discutiamo animatamente anche attraverso le pagine di QS. La discussione, a mio parere, non va repressa.
 
In passato abbiamo assistito a prese di posizione forti anche in occasione dell’emanazione del comma 566. Il tema e i contrasti sono stati così aspri e importanti che qualcuno ha anche pagato di persona per le sue prese di posizione. Non stupisce, pertanto, quanto scritto dal prof. Ivan Cavicchi a commento della X Conferenza sulle politiche...Leggi tutto

(Flash News) Arrivano i “commissari” nazionali per la valutazione e selezione di tutto il management di Asl e Ospedali. Previsto un elenco nazionale anche per i direttori sanitari, amministrativi e socio sanitari

 

Rescindere il rapporto dannoso e arcaico fra politica e sanità prevedendo nuovi criteri di nomina della governance ospedaliera, a partire dai direttori generali". Questo l'obiettivo del ddl "Modifiche al decreto legislativo 4 agosto 2016, n. 171, in materia di dirigenza sanitaria" presentato dalla senatrice Maria Domenica Castellone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, e sottoscritto da tutti i senatori del Movimento 5 Stelle in Commissione e dal capogruppo in Senato Stefano Patuanelli.
 
"Un ddl snello - spiega...Leggi tutto

Pagine

in collaborazione con

Membri dell'associazione

  • Sergio Sgubin
    Presidente Nazionale ANSDIPP
  • Fabrizio Cavanna
    Vicepresidente Nazionale ANSDIPP