Comunicazioni Generali

(Curiosità) Nuove professioni sanitarie. Cgil, Cisl e Uil chiedono incontro a Ministero e Regioni: “Molti problemi per iscrizione ad Albi”

 

Un “confronto urgente per affrontare i problemi che molte lavoratrici e lavoratori stanno incontrando nell’iscrizione ai nuovi albi delle professioni sanitarie”. A richiederlo sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl in una lettera inviata a Ministero e Regioni. Il problema è quello del riconoscimento dei titoli che a detta dei sindacati negli anni non è stata sanata e molti lavoratori non riescono ad iscriversi ai nuovi Albi.
 
“La L. 3/2018 – si legge - obbliga tutti professionisti che lavorano in ambito sanitario ad iscriversi in uno dei neonati albi che compongono il nuovo...Leggi tutto

(Politica) Al via Congresso SItI. Crisi economica, invecchiamento e situazione Ssn al centro dei lavori

 

"I primi 40 anni del Servizio sanitario nazionale: il contributo dell'igiene alla salute e all'equità" è il titolo del 51esimo congresso della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SItI), in programma a Riva del Garda, in provincia di Trento, dal 17 al 20 ottobre.

Come anticipa il presidente SItI Fausto Francia, si prenderà spunto dalla storia e dai numerosi importanti anniversari che ricorrono quest'anno per proporre indirizzi per il futuro della sanità italiana: «Festeggeremo una serie di ricorrenze, dai 40 anni del nostro Sistema sanitario ai...Leggi tutto

(Flash News dalle Regioni) Giovani specialisti e medici di famiglia, le Regioni pensano a bloccare i trasferimenti

 

Fare sì che l'Emilia Romagna, come si fa in Trentino, subordini l'inserimento di giovani medici specialisti e di famiglia originari di altre regioni all'accettazione di un periodo lavorativo nel territorio regionale. È l'obiettivo di una risoluzione presentata da Matteo Rancan, consigliere della Lega Nord, all'Assemblea Regionale. La Regione dovrebbe attivarsi per inserire nei futuri bandi d'accesso alle scuole di specializzazione e al triennio di medicina generale o in alternativa restrizioni per favorire l'inserimento dei propri residenti o norme che vincolino gli studenti che...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Liste d'attesa, da ministero numero verde 1500 per segnalazioni e informazioni

 

È partito il numero verde 1500 sulle liste d'attesa. Dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 16. A rispondere saranno i dirigenti del ministero della Salute «per informare sulle modalità di accesso alle prestazioni garantite dal Servizio sanitario nazionale e raccogliere informazioni sulle esperienze dei cittadini». Lo riporta il sito del ministero della Salute. Il servizio di risposta telefonica, previsto per tre mesi, «ha carattere sperimentale», aggiunge il ministero. Sarà possibile segnalare la propria esperienza anche attraverso un modulo raccolta informazioni online. «I...Leggi tutto

(Flash News) Def, un miliardo in più per assumere. Ecco le novità

 

Un miliardo in più, tanto ne dà la nota di aggiornamento al Documento di programmazione economica e finanziaria al Fondo sanitario nazionale per il 2019. Se l'Europa la accetta, la spesa sanitaria prevista per il 2019 dai 116,3 miliardi di quest'anno salirà a 117,2 nel 2019 e a 119,4 nel 2020. Pertanto nel 2020 si dovrebbe rimanere vicini alla soglia Ocse del 6,5% della spesa sanitaria sul Pil nel 2020, poi si crescerebbe al 6,6% nel 2025 e al 6,8% nel 2030 per salire via via quasi all'8% nel 2070. Dal 2030 la componente socioassistenziale inizierà a staccarsi...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Pubblicata la Nota aggiornamento Def. Cresce previsione spesa sanitaria per il triennio 2019-2021

 

Il Governo ha pubblicato in serata la Nota di aggiornamento del Def approvata la scorsa settimana in Consiglio dei Ministri. Da segnalare per la sanità alcune differenze, in particolare una lieve crescita nella previsione di spesa sanitaria. Si passa infatti dai 115,818 miliardi previsti per il 2018 dall'ultimo Def licenziato dal Governo Gentiloni, ai 116,331 miliardi presenti nella nota di aggiornamento. Un trend confermato anche per gli anni successivi: 117,392 miliardi per il 2019 (116,382 nel Def), 119,452 miliardi per il 2020 (118,572 nel Def), e 121,803 miliardi nel 2021 (...Leggi tutto

(Politica e Sanità) segui quotidianosanita.it inCondividi stampa Manovra 2019. Gimbe: “Alla sanità pubblica servono 4 miliardi”

 

Alla vigilia della discussione sulla Legge di Bilancio 2019 numerose legittime richieste degli stakeholder della sanità rischiano di rimanere disattese. Al momento, infatti, le risorse necessarie sembrano ben lontane da quelle che il nuovo Esecutivo potrà assicurare alla sanità pubblica per la quale, dopo anni di cocenti delusioni, sono progressivamente maturate grandi aspettative visto che il “Contratto per il Governo del Cambiamento” mette nero su bianco il sospirato rilancio del Servizio Sanitario Nazionale.

"Anche se tutte le istanze di Regioni, professionisti sanitari...Leggi tutto

aggiornamenti sullo stato dei rapporti con il Mise - CoLAP

 

Carissimi, pensando di fare cosa utile, vorrei darvi alcuni aggiornamenti sullo stato dei rapporti con il Mise e la relativa gestione dell’elenco.

PREMESSA

  1. Negli ultimi due anni c’è stato un avvicendamento dei dirigenti responsabili ( Rossillo ,Loiero,Savini) che, di fatto, non ha agevolato il lavoro ed ha provocato una battuta di arresto nel procedimento per l’iscrizione.
  2. Come CoLAP ci siamo attivati per incontrare i nuovi dirigenti  e direttori, evidenziando la gravità e la pericolosità della situazione.
  3. Nel frattempo
  4. ...Leggi tutto

Flash News) Manovra/2. Sulla sanità rassicurazioni insufficienti

 

I ministri del Governo Conte, Luigi Di Maio e Giulia Grillo affermano che sulla sanità non ci saranno tagli. “Neppure un taglietto” sono le parole del vicepremier mentre il ministro della Salute si dice certa che per “la prima volta non ci siano tagli alla sanità”. Questo se da un lato è una buona notizia, dall’altro è una rassicurazione forse insufficiente perché come sappiamo bene per la sanità servono inveceincentivi, investimenti e incrementiper un suo rilancio anche se non nell’immediato almeno previsti da subito per i prossimi due anni.
 
I segnali che si colgono...Leggi tutto

(Da UNEBA) Decreto correttivo al Codice del Terzo Settore – Ecco il testo in Gazzetta Ufficiale

 

Ecco il testo del decreto correttivo al Codice del Terzo Settore: è il decreto legislativo 105 del 3 agosto 2018 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 settembre 2018.

Tra le novità, un allungamento dei termini a disposizione degli enti per le modifiche statutarie e modifiche agli adempimenti di bilancio per gli enti del Terzo Settore, in particolare quelli con entrate non superiori a 220 mila euro annui.

Ora che il testo del decreto correttivo è stato pubblicato, gli esperti di Uneba lo studieranno approfonditamente per individuarne tutte le ricadute e le...Leggi tutto

Pagine

in collaborazione con

Membri dell'associazione

  • Sergio Sgubin
    Presidente Nazionale ANSDIPP
  • Fabrizio Cavanna
    Vicepresidente Nazionale ANSDIPP