Comunicazioni Generali

(Sanità News) Sanità, oltre 56 milioni per nuovi ospedali e macchinari

 

 

Un pacchetto di interventi da 56 milioni di euro che la Regione investirà nella sanità dell’Emilia-Romagna, quindi nuovi ospedali, riqualificazione delle sedi esistenti e macchinari all’avanguardia nel trattamento delle patologie tumorali. Lo fanno sapere in una nota congiunta il presidente Stefano Bonaccini e l'assessore regionale Sergio Venturi. 

L’ultima seduta dalla Giunta regionale ha stanziato le risorse attingendo da quelle accantonate sulla cosiddetta “Gestione sanitaria accentrata”: 46 milioni sono destinati alla ristrutturazione del Pronto soccorso dell’...Leggi tutto

(In Europa) I sistemi sanitari europei arrancano. Ecco perché

 

medici hanno fatto massicci scioperi in Gran Bretagna per protestare contro le retribuzioni e le condizioni di lavoro, ed il NHS al compimento del suo settantesimo anno di esistenza è in una crisi profonda di risorse economiche ed umane. Quest’anno al budget della sanità mancano 4,5 miliardi di sterline.
 

  • In Francia si sono studiati forti incentivi per provvedere le zone rurali di medici perché da anni erano sprovviste di presidi sanitari territoriali e si è dovuto estendere l’assistenza complementare a tutte le categorie di lavoratori rendendola obbligatoria
  • ...Leggi tutto

(Stato e Farmaci) Aifa: in Stato-Regioni il programma 2018. Equilibrio economico e governance sistema. Più controlli e trasparenza. Si avvicina revisione Prontuario

 

Le Regioni erano già d’accordo il 25 maggio sul programma Aifa 2018 licenziato dal Consiglio di amministrazione dell’Agenzia, ma alcune modifiche strategiche hanno lasciato in sospeso il via libera al parere favorevole dei governatori che invece è già in pista per la Stato-Regioni di oggi.

Le modifiche concordate tra le Regioni e che sono state recepite si riferiscono ad alcuni obiettivi strategici del Programma.
In particolare:
- alla garanzia di strumenti per favorire l'equilibrio economico di sistema attraverso il rispetto dei tetti di spesa farmaceutica e...Leggi tutto

(Terzo Settore) Linee guida Cndcec e CSVnet sul comportamento degli organi sociali

 

Le Linee guida sul comportamento degli organi sociali degli enti del Terzo settore (Ets) sono al centro del Protocollo d’intesa firmato tra il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili e l’Associazione dei centri di servizio per il volontariato (CSVnet). Dall’accordo emerge che, nei prossimi mesi, il Cndcec si adopererà per predisporre le Linee guida su come gli organi sociali degli enti del Terzo settore debbano comportarsi caso per caso in ordine alle responsabilità e alle funzioni indicate dalla normativa vigente. Nello specifico, si tratterà di...Leggi tutto

(Dalle Regioni) Sanità digitale in Regione Lazio: sistema informativo sanitario, servizi e progetti

 

Nell’evoluzione dei sistemi sanitari Regionali, il Lazio ha inizialmente basato la sua realizzazione su due aspetti differenti: da un lato l’Agenzia di Sanita Pubblica (ASP) del Lazio ha prodotto una serie di applicativi orientati principalmente a fornire risposta ai debiti informativi di carattere amministrativo/economico nei confronti dei Ministeri interessati e delle strutture Sanitarie Pubbliche e Private Accreditate presenti sul territorio, mentre Regione Lazio ha cercato anche per tramite delle società informatiche in house di realizzare sistemi informativi centrali, di...Leggi tutto

(Lavoro) Confcooperative, i network sono la soluzione per il sistema sanitario

 

"Non vogliamo una sanità solo per chi se la può permettere. Non è una questione di spesa, ma di riorganizzare i servizi in un Paese che invecchia". A lanciare l'allarme è Giuseppe Milanese, confermato oggi alla presidenza di Confcooperative-Sanità, alla luce degli ultimi dati Istat e Censis. E proprio dalla confederazione arriva la proposta alternativa per affrontare i problemi della sanità: "La cooperazione sanitaria è la via per ripensare il sistema. Una terza via, tra Stato e mercato, che si sostanzia in un network multi-professionale e integrato di cooperative di medici,...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Sunshine Act presentato dal Movimento 5 stelle

 

"Lotta alla corruzione nel sistema sanitario e massima trasparenza nei rapporti tra aziende del settore e operatori della salute sono i punti cardine del 'Sunshine Act', la proposta di legge cheil MoVimento 5 Stelle ha depositato in Parlamento come oggetto di discussione nei prossimi mesi". Ad annunciarlo è Massimo Baroni, capogruppo M5S della Commissione Affari Sociali.

"Grazie a questo provvedimento - aggiunge il parlamentare pentastellato - i cittadini possono conoscere i legami d'interesse che, ad esempio, il proprio medico potrebbe avere con un'azienda farmaceutica che...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Legge 104, benefici diversi a seconda della tipologia di medico. Ecco il quadro

 

Da disabili o da caregiver di disabili, i medici sono divisi in tre: gli ospedalieri hanno i benefici dei dipendenti, in particolare nella Pubblica Amministrazione, inclusa la legge 104; i medici di famiglia hanno diritto a un'indennità Enpam che li distingue dai liberi professionisti (ma ora c'è qualcosa anche per questi ultimi) ma non si parla in convenzione di legge 104 per assistere i familiari o fruire di benefici personali come disabili; gli specialisti ambulatoriali hanno diritto ai benefici della 104/92 -fino a tre giorni di permesso per assistere il familiare disabile -...Leggi tutto

(Dalle Regioni) Piemonte, Saitta apre alle strutture private. Onotri: attacco al ruolo del Mmg

 

«Una manovra senza precedenti nei confronti del ruolo del medico di medicina generale -Mmg- ed è contro il Servizio Sanitario Pubblico» così Pina Onotri, Segretaria Nazionale dello Smi (Sindacato Medici Italiani) commenta l'annuncio dell'assessore piemontese alla sanità Antonio Saitta di «liberalizzare le prescrizioni (visite, medicinali, esami) che potranno essere effettuate anche dai medici delle strutture private per pazienti del servizio sanitario regionale». Una norma che «partirebbe dal primo settembre prossimo per alcuni presidi, ed entrerebbe a pieno regime dal primo...Leggi tutto

(Politica e Sanità) Privacy, ecco lo schema di decreto. Novità sul fronte delle sanzioni

 

Più voce ai minori, più tutele per le categorie deboli, più regole per la sanità e la politica: queste le richieste della Commissione speciale per l'esame di atti del Governo relative allo schema di decreto legislativo sulla privacy che attua il regolamento europeo 679/16 entrato in vigore il 25 maggio scorso. La commissione guidata chiede intanto che per 8 mesi - entro tutto gennaio 2019 - anziché irrogare sanzioni a imprese e professionisti per violazioni del regolamento il Garante ammonisca o prescriva adeguamenti alla nuova disciplina, in base al principio di proporzionalità e...Leggi tutto

Pagine

in collaborazione con

Membri dell'associazione

  • Sergio Sgubin
    Presidente Nazionale ANSDIPP
  • Fabrizio Cavanna
    Vicepresidente Nazionale ANSDIPP