Bandi di concorso nazionali "ANSDIPPinArte - Poesia e Fotografia digitale" e "Buone prassi e innovazione di cura"

In occasione del suo 25esimo anniversario ANSDIPP ha pensato di coinvolgere le strutture, e il loro personale, promuovendo due bandi di concorso: "ANSDIPPinArte - Poesia e fotografia digitale" e "Buone prassi e innovazione di cura", cogliendo l'occasione per promuovere l'evento che si terrà dal 23 al 25 ottobre a Matera, Capitale europea della cultura .

Entrambi sono caratterizzati dalla consapevolezza che le risorse umane, dalla direzione a tutti gli operatori e collaboratori, costituiscono l'interfaccia delle "buone prassi" e dei servizi di cura. Vi sono inoltre molte sensibilità diffuse in possesso di qualità e capacità espressive, tradotte in cultura ed arte, come ad esempio poesia e fotografia. Per mettere in risalto questi aspetti, dei quali il mondo intorno a noi è intriso, abbiamo pensato di promuovere questa particolare iniziativa, attraverso i bandi in allegato. 

Vi saranno due commissioni, formate da colleghi e direttori di ANSDIPP, che selezioneranno i progetti e le opere inviate.

Per la Poesia e Fotografia digitale: 
Antonella De Micheli (Presidente)
Mariella Bulleri (componente)
Nicola Nucera (componente)

Per le Buone prassi e innovazione di cura:
Maria Assunta Pintus (Presidente)
Carmine Di Palma (componente)
Marco Maffeis (componente).

La scadenza per l'invio del materiale  e delle opere è fissata al 6/9/2019, mentre i risultati saranno comunicati il 16/9/2019, al termine dei lavori delle Commissioni. 
I vincitori dei concorsi (2 rispettivamente per poesia e fotografia e 1 per le buone prassi)  avranno l'opportunità di partecipare al Convegno di Matera dove avverrà, nella giornata del 25/10 presso Casa Cava, la presentazione e premiazione. Le indicazioni sulle modalità di presentazione, i premi e altre indicazioni utili sono contenute nei bandi allegati. 

Ansdipp crede nella rete e nelle reti, nella qualità (vera) dei Servizi, al di là di marchi e certificazioni, nella certezza che i Servizi alla Persona rappresenteranno sempre più un settore primario in Italia  e in Europa. Vogliamo proporci come condizionatori del Welfare di cura, con la nostra professionalità e la nostra managerialità etica. 
 

in collaborazione con